Sei su: Home
medioevo culturale

vaccino morbillo bambino.jpgSono in aumento i casi di morbillo in Italia. Secondo i dati diffusi in queste ore dal Ministero della Salute, la malattia infettiva che sembrava ormai debellata nel nostro Paese rischia di diventare nuovamente un serio pericolo per la popolazione.

Soltanto a gennaio 2017 è stato registrato un preoccupante incremento dei casi di morbillo nel nostro territorio, più di 700. In tutto il 2016 la patologia era stata segnalata esclusivamente in 884 episodi, mentre nel primo mese dello scorso anno le persone colpite erano state soltanto 220.

Numeri alla mano, nei primi 30 giorni del 2017 è stato accertato un incremento dei casi di morbillo del 230%. Il boom, in particolare, interessa quattro regioni dello stivale: Piemonte, Lazio, Lombardia e Toscana. La fascia d'età maggiormente interessata è quella compresa tra i 15 e i 39 anni, che conta la maggior parte degli individui colpiti dall'infezione.

Il problema è certamente serio e sembra essere direttamente collegato al decremento delle vaccinazioni in Italia, almeno secondo le informazioni del Ministero. Ciò è dovuto «a causa della presenza di sacche di popolazione suscettibile, non vaccinata o che non ha completato il ciclo vaccinale a 2 dosi».

Molti genitori, infatti, non vaccinano più da tempo i propri figli esponendo al rischio delle malattie non solo la prole, ma anche il resto della popolazione. «Le evidenze scientifiche consolidate» e «i provvedimenti di alcune regioni che tendono a migliorare le coperture» non sembrano più essere sufficienti per contrastare una pericolosa tendenza generata da medioevo culturale che deve far riflettere.

Preccupante, in tal senso, è la sempre più dilagante attitudine della ricerca delle informazioni su Internet, spesso errate o parziali. Un comportamento fortemente influenzato dai movimenti anti vaccini e dagli speculatori senza scrupoli che diffondono notizie false. In Rete la professionalità viene messa al bando e l'improvvisazione viene paradossalmente premiata con un'attenzione immeritata.

La strada maestra contro morbillo ed altre malattie rimane sempre quella tracciata dal Ministero, che promette fin da subito «ogni possibile procedura per garantire la piena realizzazione degli obiettivi del recente Piano nazionale di prevenzione vaccinale e per riguadagnare rapidamente le coperture vaccinali che si sono abbassate pericolosamente nel corso degli ultimi anni».

Fonte Foto: www.blogmamma.it

http://www.blogmamma.it/wp-content/uploads/2014/12/Vaccino_trivalente.jpg

Salvatore Rocca

 
Powered by Tags for Joomla

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.