Sei su: Home
san gregorio

sgroppillo.jpgProseguono nel Comune di San Gregorio di Catania i lavori del “Cantiere Sgroppillo” che sorge sull'omonima arteria tra il paese etneo e il capoluogo. La redazione di Oggimedia ha voluto contattare Ivan Albo, vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici di San Gregorio, per fare il punto della situazione inerente l'avanzamento dell'opera su via Sgroppillo che porterà all'ampliamento della strada.

Gentile Ivan Albo, parliamo dell'aspetto generale dei lavori che stanno procedendo su via Sgroppillo e viale delle Olimpiadi. A che punto siamo?

 

«Su viale delle Olimpiadi restano gli ultimi collegamenti dei sottoservizi Sidra per quanto riguarda le condotte dell'acqua. Superato questo momento, tempo permettendo, si asfalterà e si procederà all'apertura immediata di via Sgroppillo fino a viale delle Olimpiadi. A seguire, con la realizzazione della rotatoria, ci sarà anche il collaudo dell'intera opera pubblica e la riapertura al traffico. Tutto questo dovrebbe verificarsi in tempi estremamente stretti. Si spera ancora entro il 31 dicembre. Partiamo dal presupposto che il nemico numero uno è il tempo atmosferico che in questi giorni ci ha impedito di compiere le cose programmate».

Per questo è slittata leggermente l'apertura prenatalizia che era stata progettata a monte?

«Bisogna considerare che si è lavorato sotto la pioggia battente ma ci sono alcuni lavori che per ragioni di sicurezza non possono essere praticati sotto l'acqua. Per alcune lavorazioni, quelle più delicate, ci si è dovuti arrendere alle intemperie. Se dovessimo fare una valutazione calcistica: pioggia-programmazione 1-0. Al momento ha vinto la pioggia».

Dove finiscono le competenze del Comune di San Gregorio e dove iniziano quelle del Comune di Catania? Esiste una ripartizione per i lavori di via Sgroppillo?

 

I lavori sono stati finanziati dalla Comunità Europea alla Protezione Civile, quest'ultimo è dunque l'ente approvante. Tutta la strada è di competenza del Comune di Catania, tant'è vero che è l'Ufficio Traffico Urbano del Comune di Catania che consente o meno, tramite le proprie ordinanze, l'apertura o la chiusura della strada. Noi non possiamo interferire. Noi incidiamo sotto l'aspetto burocratico e per quanto di nostra competenza come sottoservizi o l'apertura di via Cristoforo Colombo che è l'arteria sostitutiva della via Sgroppillo. Era chiusa da decenni ma siamo stati in grado di riaprirla grazie a questi lavori. Il nostro vero contributo è l'apertura della via Cristoforo Colombo.

 

Molti lamentano difficoltà e incongruenze come dislivelli dell'asfalto sulla strada e tratti in cui sembra addirittura posizionato male. Come si sente di rispondere?

 

Tramite i social network ho scoperto che siamo diventati tutti ingegneri e direttori dei lavori. Io, pur occupandomi dei lavori pubblici, sono un avvocato e mi limito agli aspetti ovviamente "politici" della situazione. Per quelli tecnici sui materiali utilizzati li lascio a chi emette il nulla osta e chi controlla che i lavori siano eseguiti ad opera d'arte. Posso dire che per due terzi l'opera pubblica è già stata non solo realizzata e aperta al traffico ma collaudata dall'assessorato Regionale. Quindi se è stato già effettuato un collaudo, tutto il resto sono considerazioni atecniche che non trovano riferimento nelle carte scritte.

 

È anche vero che in molti hanno manifestato alcuni disagi, come all'altezza del civico 109 di via Sgroppillo. Addirittura si è parlato di un'auto Panda inghiottita dall'asfalto a causa delle forti piogge. Si è trattato di un evento isolato o c'è il rischio che possa verificarsi nuovamente?

 

Guardi, eravamo presenti io, il sindaco e i Carabinieri: non c'era alcuna buca. Semplicemente uno scavo in piena esecuzione dei lavori e profondo circa 40 centimetri ha fatto sì che due ruote di una Panda ci siano finite dentro in occasione di un acquazzone. L'auto è stata tirata fuori con una fune ma giornalisticamente si è parlato di inghiottimento e voragine, tutte cose che non si sono realizzate. Non sto sminuendo, possiamo anche fare una passeggiata sul punto e vedere che ci si è inventati una storia. Mi dispiace soltanto che le repliche chieste ai quotidiani non siano state pubblicate. Probabilmente non fanno notizia quelle vere. Per l'asfalto sul civico 109 mi permetto di aggiungere che si tratta di una zona dove deve essere ancora realizzata una rotatoria, proprio lì non c'è un asfalto e un collaudo. Io mi riferivo ai due terzi già consegnati alla cittadinanza.

 

Rimanendo sempre in via Sgroppillo, all'altezza del civico 21 esiste un "sentiero" perpendicolare alla strada vera e propria e che in passato faceva parte del complesso residenziale. Oggi è abbandonato, che futuro lo attende?

 

Ma non si tratta di un sentiero abbandonato, è un'area a verde che è stata ceduta molto prima dei lavori. In parte è stata espropriata per consentire i lavori e la seconda parte è stato già deliberato già in Giunta ad inizio 2016 un progetto di riqualificazione con bambinopoli e wifi. Tutto è in itinere. Attualmente quell'area è usata come carico e scarico del cantiere. Non vado a spendere 60.000 euro mentre ci sono ancora i camion. Quando verrà chiuso, avrò il piacere di riqualificarla.

 

A proposito di rete wifi. In quella zona ultimamente i residenti hanno segnalato difficoltà con la linea internet in corrispondenza con la posa di una fibra avvenuta nelle scorse settimane ma non ancora funzionante. Si tratta di disfunzioni che dipendono dai lavori della strada?

 

Quella fibra ottima appartiene alla Telecom e non ha nulla a che fare con i progetti dei due Comuni. Si tratta di un progetto Telecom esteso su 188 comuni della Sicilia, sono informazioni che acquisisco da un bando pubblico che ci è pervenuto. È stata chiesta soltanto la comunicazione per scavare per il passaggio della fibra nel nostro Comune. La disfunzione non dipende da noi. I servizi wifi che sono già attivi ed accessibili a tutti i cittadini di San Gregorio nella zona prospiciente via Sgroppillo non sono realizzati in fibra ottica. Quando ci sarà, anche gli edifici pubblici passeranno alla fibra ma non attualmente. Non credo comunque che la fibra sia ancora operativa.

 

Cosa si sente di dire ai commercianti che in questi mesi hanno lamentato difficoltà durante i lavori del cantiere?

 

I commercianti sono stati il mio primo pensiero sei mesi prima dell'avvio dei lavori in via Sgroppillo. A Natale 2014, con gli scavi ancora non iniziati, io fornì degli omaggi floreali a supporto delle attività promozionali dei commercianti. Oggi la parte davanti le loro attività è stata aperta ad aprile 2016, la situazione è migliorata a tal punto che già hanno aperto due nuove saracinesche. È un segno che anche i commercianti stanno cambiando rotta. Sicuramente dal prossimo mese in poi avranno non solo una strada completamente aperta ma anche una strada con pedonale che permetterà di rendere le loro vetrine un valore aggiunto rispetto a tutto il comprensorio. Quindi serve solo un pò di pazienza, stiamo arrivando per riqualificare le loro attività.

«I lavori sono stati finanziati dalla Comunità Europea alla Protezione Civile, quest'ultimo è dunque l'Ente approvante. Tutta la strada è di competenza del Comune di Catania, tant'è vero che è l'Ufficio Traffico Urbano del Comune di Catania che consente o meno, tramite le proprie ordinanze, l'apertura o la chiusura della strada. Noi non possiamo interferire. Noi incidiamo sotto l'aspetto burocratico e per quanto di nostra competenza come i sottoservizi o l'apertura di via Cristoforo Colombo che è l'arteria sostitutiva di via Sgroppillo. Era chiusa da decenni ma siamo stati in grado di riaprirla grazie a questi lavori. Il nostro vero contributo è l'apertura della via Cristoforo Colombo».

Molti in via Sgroppillo lamentano difficoltà e incongruenze come dislivelli o l'errato posizionamento dell'asfalto. Come si sente di rispondere?

«Tramite i social network ho scoperto che siamo diventati tutti ingegneri e direttori di lavori. Io, pur occupandomi dei lavori pubblici, sono un avvocato e mi limito agli aspetti ovviamente “politici” della situazione. Quelli tecnici sui materiali utilizzati li lascio a chi emette il nulla osta e chi controlla che i lavori siano eseguiti ad opera d'arte. Posso dire che per due terzi l'opera pubblica è già stata non solo realizzata e aperta al traffico ma collaudata dall'assessorato Regionale. Quindi se è stato già effettuato un collaudo, tutto il resto sono considerazioni atecniche che non trovano riferimento nelle carte scritte».

Eppure si sono verificati dei contrattempi, come al civico 109 di via Sgroppillo. Ad inizio dicembre si è parlato di un'auto Panda inghiottita dall'asfalto a causa delle forti piogge. Si è trattato di un evento isolato o c'è il rischio che possa verificarsi nuovamente?

«Guardi, eravamo presenti io, il sindaco e i Carabinieri: non c'era alcuna buca. Semplicemente uno scavo in piena esecuzione dei lavori e profondo circa 40 centimetri ha fatto sì che due ruote di una Panda ci siano finite dentro in occasione di un acquazzone. L'auto è stata tirata fuori con una fune ma giornalisticamente si è parlato di “inghiottimento” e “voragine”, tutte cose che non si sono realizzate. Non sto sminuendo, possiamo anche fare una passeggiata sul punto e vedere che ci si è inventati una storia. Mi dispiace soltanto che le repliche chieste ai quotidiani non siano state pubblicate. Probabilmente non fanno notizia quelle vere. Per l'asfalto sul civico 109 di via Sgroppillo mi permetto di aggiungere che si tratta di una zona dove deve essere ancora realizzata una rotatoria, proprio lì non c'è un asfalto e un collaudo. Io mi riferivo ai due terzi già consegnati alla cittadinanza».

Rimanendo sempre in via Sgroppillo, stavolta all'altezza del civico 21 esiste un “sentiero” parallelo alla strada vera e propria e che in passato faceva parte del complesso residenziale. Oggi è abbandonato, che futuro lo attende?

«Ma non si tratta di un sentiero abbandonato, è un'area a verde che è stata ceduta molto prima dei lavori. In parte è stata espropriata per consentire i lavori e la seconda parte è stato già deliberato già in Giunta ad inizio 2016 un progetto di riqualificazione con bambinopoli e wifi. Tutto è in itinere. Attualmente quell'area è usata come carico e scarico del cantiere. Non vado a spendere 60.000 euro mentre ci sono ancora i camion. Quando verrà chiuso, avrò il piacere di riqualificarla».

A proposito di rete wifi, i residenti hanno segnalato difficoltà con la linea internet in corrispondenza della posa della fibra avvenuta nelle scorse settimane ma non ancora funzionante. Si tratta di disfunzioni che dipendono dai lavori della strada?

«Quella fibra ottica appartiene alla Telecom e non ha nulla a che fare con i progetti dei due Comuni. Si tratta di un progetto Telecom esteso su 188 comuni della Sicilia, sono informazioni che acquisisco da un bando pubblico che ci è pervenuto. È stata chiesta soltanto la comunicazione per scavare per il passaggio della fibra nel nostro Comune. La disfunzione non dipende da noi. I servizi wifi che sono già attivi ed accessibili a tutti i cittadini di San Gregorio nella zona prospiciente via Sgroppillo non sono realizzati in fibra ottica. Quando ci sarà, anche gli edifici pubblici passeranno alla fibra ma non attualmente. Non credo comunque che la fibra sia ancora operativa».

Cosa si sente di dire ai commercianti che in questi mesi hanno lamentato difficoltà durante i lavori del cantiere?

«I commercianti sono stati il mio primo pensiero sei mesi prima dell'avvio dei lavori in via Sgroppillo. A Natale 2014, con gli scavi ancora non iniziati, io ho fornito degli omaggi floreali a supporto delle attività promozionali dei commercianti. Oggi la parte davanti le loro attività è stata aperta ad aprile 2016, la situazione è migliorata a tal punto che già hanno aperto due nuove saracinesche. È un segno che anche i commercianti stanno cambiando rotta. Sicuramente dal prossimo mese in poi avranno non solo una strada completamente aperta ma anche una strada con pedonale che permetterà di rendere le loro vetrine un valore aggiunto rispetto a tutto il comprensorio. Occorre pazienza, stiamo arrivando per riqualificare le loro attività».

Oggimedia ringrazia il vicesindaco di San Gregorio di Catania, Ivan Albo, per l'attenzione che ha voluto dedicare alla nostra testata.

Fonte Foto: www.facebook.com

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/15665781_1276671769057083_4522103669507073363_n.jpg?oh=4aa7c14158e7553133bc692dfad44025&oe=58FB5F80

Salvatore Rocca

 

 

viasgroppillo.jpgTorna a respirare via Sgroppillo, importante arteria urbana di San Gregorio di Catania chiusa da due anni per lavori di ampliamento. Nella mattinata di giovedì 23 febbraio la strada è stata inaugurata in via ufficiale e riaperta al traffico veicolare dopo il collaudo di rito avvenuto nelle scorse ore.

Nel corso di questi mesi molte sono state le preoccupazioni dei residenti e dei commercianti della zona che hanno segnalato problemi e disagi causati dall'avanzamento dei lavori non sempre in linea con la tabella di marcia, ma la riapertura della strada sembra poter rappresentare finalmente un punto di svolta per l'intero centro abitato.

L'operazione del Comune di San Gregorio e del Comune di Catania (la strada è di competenza dell'amministrazione etnea e non sono mancate in passato schermaglie tra le due parti) ha interessato il tratto stradale compreso tra via Nizzeti e via Cristoforo Colombo, ed ha completamente modificato il volto dell'arteria.

Adesso via Sgroppillo - immaginata come un “lungomare in collina” dal comune sangregorese - si presenta asfaltata e fornita della regolare segnaletica stradale, con una larghezza della carreggiata pari a 15 metri, doppio senso di marcia e un centinaio circa di posti auto.

Fruibili al traffico pedonale anche i marciapiedi, affiancati da qualche giorno da una serie di arbusti decorativi. Ultimata, inoltre, la posa della tubatura fognaria. Si trovano in fase di rifinitura, invece, i lavori per la rotonda prospiciente al distribuitore di benzina Q8 che lega via Sgroppillo con via Nizzeti.

Resta ancora da ultimare la riqualificazione dell'area espropriata all'altezza del civico 21 ed attualmente utilizzata come spazio di carico e scarico del cantiere. Secondo le parole del vicesindaco Ivan Albo, il punto dovrebbe essere presto convertito in una bambinopoli.

Foto del redattore

Salvatore Rocca

sgroppillo1.jpgsgroppillo2.jpgsgroppillo3.jpgsgroppillo4.jpgsgroppillo5.jpgsgroppillo6.jpg

 

rugby.jpgSan Gregorio Catania: Vittoria netta 41-5 in amichevole contro l'Amatori Messina (Serie B).

 

Si stringe per l'arrivo di giocatori che possano innalzare la qualità. È un San Gregorio Catania concentrato, volitivo e dedito al lavoro quello che sta lavorando alacremente agli ordini del coach Orazio Arancio e del preparatore atletico Roberto Cafaro.

Prosegue senza soste il programma d'allenamenti intenso in vista dell'esordio in campionato (7 ottobre in trasferta a Modena). Il gruppo non lesina sforzi alternando quotidianamente lavoro sul campo e in palestra (nella struttura della playa di Catania di atletica pesante, centro Fijlkam).

La prima sgambata, dopo le prime dure settimane di sedute atletiche, contro una squadra amica, qual è l'Amatori Messina, ha mostrato un già un buon San Gregorio per abnegazione, ma con ampie possibilità di miglioramento sia sotto il profilo tattico, peraltro con l'imminente arrivo di nuovi giocatori che vadano ad aggiungere qualità all'organico sinora a disposizione di Arancio, sia per quanto concerne la condizione fisica dato che le gambe sono ancora imballate per via dei duri carichi di lavoro. Sette mete messe a segno dagli etnei contro la compagine peloritana, nel 41- 5 finale. Un'amichevole organizzata "in famiglia" proprio nel week end, che ha fornito delle buone risposte dal punto di vista dell'assemblaggio degli schemi tattici. C'è ancora da lavorare, questo Arancio lo sa bene.

L'organico è stato in gran parte rinnovato e soprattutto i giovani hanno bisogno di apprendere i dettami tattici del mister etneo. Anche questa settimana gli allenamenti proseguiranno allo stesso ritmo delle ultime. Martedì e giovedì seduta in palestra (dalle 17:30 al centro federale Fijlkam), mentre domani e venerdì allenamento serale (ore 19) sui campi di Valverde, grazie alla preziosa disponibilità dell'hockey Valverde, e Nicolosi "Monti Rossi".

Sono giorni altrettanto intensi anche fuori dal campo. Il direttore sportivo Barbara Cimino, insieme ai vertici dirigenziali verdeblù,sta mettendo a punto gli ultimi acquisti che vadano a completare l'organico etneo che parteciperà al campionato di A1.

Fonte Foto:Ufficio Stampa

Ufficio Stampa

 

San Gregorio (CT), attivato “Sportello di ascolto” San Gregorio (CT) E’ stato attivato, presso i locali della Misericordia Via Umberto 42/A, lo “Sportello di ascolto”, servizio gratuito per i cittadini di ogni età.

 

“Il servizio – ha spiegato il governatore della Misericordia, Rosario Vaccaro – è gratuito ed è volto a tutelare e promuovere il benessere dei cittadini.

 

Grazie all’aiuto di una psicologa e psicoterapeuta, la dott.ssa Alessandra Leucata – ha concluso – è possibile chiedere informazioni, condividere situazioni di disagio e cercare soluzioni alle difficoltà quotidiane”. I colloqui gratuiti a San Gregorio con l’esperta si terranno, previa prenotazione (095/7213434), il secondo e il quarto martedì di ogni mese, escluso agosto, dalle ore 16,30 alle 18,30.

I locali per la zona del centro storico saranno quelli della Misericordia mentre per la zona sud della cittadina, il sindaco, Carmelo Corsaro, ha messo a disposizione i locali della Delegazione comunale ubicata nel Largo Mignemi.

Fonte foto:comunivarso.it

http://www.comuniverso.it/index.cfm?comune=087042                                                                   

Michele Milazzo

 

 

San Gregorio, grave atto contro le istituzioniSan Gregorio (CT), grave atto contro le istituzioni. Strappate, ad opera di ignoti, alcune pagine dal registro della prima Commissione consiliare contenenti modifiche allo statuto comunale di San Gregorio.

Per questo motivo la trattazione delle modifiche e integrazioni allo stesso è stata rinviata alla seduta consiliare di martedì 3 giugno. «Qualcuno – ha spiegato il presidente del consiglio comunale, Salvo Cambriaè entrato in segreteria, ha aperto l’armadio e ha sottratto il registro della prima Commissione consiliare permanente, strappando e portando via alcune pagine contenenti la modifica dello statuto, lavoro, questo, effettuato dalla prima Commissione in più sedute».

È stato il Presidente della prima Commissione, Eleonora Suizzo, che ha immediatamente sporto denuncia ai carabinieri, a scoprire, in modo del tutto casuale, l’assenza delle due pagine mancanti (numero 85 e 86 del verbale n. 20), mentre si accingeva a preparare i lavori ed i documenti necessari allo svolgimento della seduta di consiglio comunale convocata per il 27 maggio scorso. Il presidente del consiglio comunale ha ammonito tutti i consiglieri invitandoli a «non sostare all’interno degli uffici se non alla presenza dei responsabili o dei dipendenti e solo per visionare o per richiedere dei documenti».

«Più volte – ha concluso Cambria – ho riscontrato la presenza di un consigliere seduto alla scrivania dei dipendenti anche in loro assenza».

Il presidente della Commissione, Eleonora Suizzo spera che «fatti del genere non accadano mai più, affinché si possa permettere a questa amministrazione di lavorare serenamente e soprattutto di poter svolgere in modo corretto le sedute consiliari».

Fonte foto:corrieredelsud.it

http://www.corrieredelsud.it/nsite/informazione-regionale/sicilia/catania/13711-san-gregorio-di-catania-affidati-i-lavori-della-sp-9-arteria-che-collega-lautostrada-a19-con-san-gregorio.html

Comunicato stampa

 

 

San Gregorio (CT): firmato accordo per diffondere la cultura della donazione degli organiSan Gregorio (CT) - Firmato un accordo quadro fra il Comune di San Gregorio e l’Aido (Associazione italiana donazione organi). Firmatari il sindaco, Carmelo Corsaro e il presidente provinciale di Aido, Santo Reina.

Scopo dell’iniziativa, approvata dal consiglio comunale in previsione della “Giornata nazionale per la donazione degli organi” (31 maggio), è quello di diffondere tra i cittadini, anche attraverso il proprio sito web, una corretta informazione sui trapianti di organi.

«Vogliamo promuovere sul territorio – ha spiegato il primo cittadino, Carmelo Corsaro la cultura della donazione, l’educazione sanitaria e la crescita culturale in materia di prevenzione primaria e di trapianti». La cooperazione tra Ente pubblico e Aido non prevede alcun onere economico da parte del Comune sangregorese.

L’impegno dei due enti, oltre a responsabilizzare i cittadini sul problema del reperimento di organi, sarà quello di stimolare istituzioni nazionali e regionali a realizzare programmi in merito e verificare il bisogno di trapianto dei cittadini residenti.

Comunicato stampa

 

San Gregorio (CT): si studia per la mitigazione dei rischi naturaliSan Gregorio (CT) - Un accordo quadro di collaborazione è stato siglato tra il sindaco del Comune di San Gregorio, Carmelo Corsaro, e il rettore del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell'Università di Catania, Giacomo Pignataro.

L'accordo prevede la realizzazione di studi e ricerche per la mitigazione dei rischi naturali; per la salvaguardia e la tutela del territorio, del patrimonio ambientale e dei Beni Culturali. L'Amministrazione comunale ha voluto muovere questo primo passo per meglio operare sul redigendo nuovo piano regolatore.

Il territorio di San Gregorio, oltre ad essere soggetto a sollecitazioni sismiche, è attraversato nel centro storico da una grossa faglia. Per la micro misurazione sismica e la mappatura degli effetti della faglia in movimento ci sarà un gruppo di lavoro che vedrà impegnati anche Giorgio De Guidi e Sebastiano Imposa, quest'ultimo responsabile scientifico del progetto.

«È un'ottima occasione sinergica – ha commentato il primo cittadino, Carmelo Corsaro – che ci permetterà di operare con oculatezza durante l'elaborazione del piano particolareggiato del redigendo Piano regolatore. È importante – ha concluso Corsaro – definire questo punto del Prg e dare agli abitanti del centro storico chiarezza e certezze».

La faglia che taglia il centro storico parte da Piazza Marconi, attraversa tutta la Via Marciano, Piazza Anastasio (detta dei Carambi), Via Terzora, Via Bellini. La Riserva naturale "Immacolatelle e Micio Conti" insiste tutta sulla massa rocciosa che slitta verso sud. Gli effetti della faglia sono visibilmente riscontrabili guardando alcuni edifici, anche storici, seriamente colpiti dalla frattura.

Fonte foto:it.wikipedia.org

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/0/08/Monte_Etna_San_Gregorio_di_Catania_2001.jpg

Comunicato stampa

 

San Gregorio di Catania, tutela animali d'affezione e rispetto delle leggi in materia San Gregorio di Catania, tutela animali d'affezione e rispetto delle leggi in materia.

Non è trascorso nemmeno un mese dalla stipula della convenzione tra il comune di San Gregorio, rappresentato dal commissario di Polizia municipale, Giuseppe Pennisi, e l’Enpa (Ente nazionale protezione animali), rappresentato dalla responsabile provinciale, Stefania Ranieri, che già sono state rilevate le prime multe.

Sanzioni sono state comminate dalla polizia municipale di San Gregorio a proprietari di cani che non avevano munito i propri animali di microchip e perché sprovvisti del materiale necessario alla rimozione degli escrementi lasciati sui marciapiedi dai loro amici a quattro zampe. La convenzione, in via sperimentale e a titolo gratuito, che scadrà il 31 dicembre prossimo, prevede la collaborazione tra Polizia municipale ed Enpa per un intensa attività relativa al censimento della popolazione canina ed al rilevamento della presenza di cani o branchi di cani vaganti sul territorio comunale.

Lo stesso lavoro sarà esteso per le colonie feline, per le quali l’Enpa curerà eventuali affidamenti ai privati cittadini che intenderanno prendersi cura, a proprie spese, dei mici “erranti”. L’Enpa, sempre in stretta collaborazione con la P.M., organizza servizi serali di prevenzione e repressione dei reati ed illeciti amministrativi concernenti leggi nazionali, regionali e ordinanze sindacali in materia di protezione animali e dell’ambiente, anche dal punto di vista igienico. Nella convenzione è prevista l’istituzione di un Ufficio Diritti degli animali al quale l’Associazione darà un valido supporto per la risoluzione delle problematiche in materia. Il tutto di concerto col comando di Polizia municipale sangregorese.                                                                      

Fonte foto:torange-it.com

http://www.torange-it.com/animals/dogs/Cane-sdraiato-sullerba-18629.html

Michele Milazzo

 

San Gregorio, tutelare l’ambiente e gli animali di affezioneSan Gregorio, tutelare l'ambiente e gli animali d'affezione.

Tutelare l’ambiente e gli animali d'affezione. Per meglio operare in questa direzione l’amministrazione comunale di San Gregorio, rappresentata dal suo primo cittadino, Carmelo Corsaro, ha stipulato 3 importanti convenzioni con altrettante associazioni di volontariato che collaboreranno con il corpo di Polizia municipale di San Gregorio, diretto dal commissario Giuseppe Pennisi.

Con i “Rangers d’Italia”, rappresentati da Arturo Nardon, e l’Associazione europea operatori di polizia (Aeop), rappresentata da Alfio Riccardo Mazzaglia, il sindaco Corsaro, alla presenza del presidente del consiglio comunale, Salvo Cambria, ha firmato una convenzione che garantirà la sorveglianza e la salvaguardia ambientale, il rispetto delle ordinanze sindacali in materia di rifiuti e la prevenzione e formazione di micro discariche nel territorio comunale.

Sono previsti, inoltre, la sorveglianza e custodia di parchi e ville ed un supporto agli agenti di polizia municipale in occasione di grandi manifestazioni.

L’altra convenzione è stata firmata tra amministrazione comunale ed Enpa (Ente nazionale protezione animali), rappresentata da Stefania Ranieri. La convenzione tra i due enti prevede attività connesse alla tutela degli animali d'affezione, alla prevenzione del randagismo canino e felino, con relativo censimento, e all’attivazione di uno sportello per gestire l’affidamento e la conseguente adozione ai privati di animali randagi.

«Ritengo importante ed utile la stipula delle convenzioni – ha dichiarato il sindaco Corsaro – Esse ci permetteranno di favorire una corretta convivenza tra uomo e animale con la tutela della salute e dell’incolumità pubblica, oltre che con la tutela dell’ambiente, dal momento che San Gregorio conserva ancora molto verde”.                                                                                                                  

Fonte foto: www.bluwash.it

http://www.bluwash.it/images/lavanderie_self_service/8.jpg

Michele Milazzo

 

 

 

san gregorio, raccolta differenziata, ivan albo San Gregorio, raccolta differenziata, Differenz...AMO ma anche tolleranza zeroE’ partita ufficialmente l’operazione “Differenzi..AMO San Gregorio”, voluta dal vice sindaco assessore all’Ecologia ed Ambiente, Ivan Albo.

 

 

Nel programma della complessa iniziativa, scaturita con la riunione del vice sindaco insieme al comando della polizia municipale, commissario Giuseppe Pennisi ed ai dirigenti della Mo.Se.Ma, sono stati dettati alcuni piani di intervento nella gestione della raccolta dei rifiuti, per la programmazione capillare dello spezzamento meccanico di tutto il territorio comunale e di avvio delle operazioni di scerbamento dei marciapiedi delle strade da anni invase da piante spontanee mai eliminate.

«Programmazione per ottenere una San Gregorio più pulita e vivibile – sottolinea  Albo - così ho voluto programmare meglio la raccolta differenziata, e soprattutto lo spazzamento capillare, col mezzo meccanico, di tutte le zone del territorio, anche della sempre dimenticata zona sud».

Sono già centocinquanta, infatti, le multe sollevate dagli agenti della polizia municipale di San Gregorio negli ultimi mesi.

Severissimi gli agenti e il comandante nei confronti di questi contravventori ai quali sono state rilevate multe anche di seicento euro. La capacità investigativa degli agenti di p.p. sangregorese ha portato ad inchiodare  persone insospettabili attraverso l’ispezione minuziosa dei rifiuti abbandonati sul luogo.            

Fonte foto:cronachemaceratesi.it

http://www.cronachemaceratesi.it/2013/07/20/i-dati-del-cosmari-per-la-raccolta-differenziata-nel-mese-di-giugno/355170/

Michele Milazzo

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Powered by Tags for Joomla

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.