Sei su: Cronaca Locale Catania, sequestrata la fattoria clandestina di via Fiorentino

Catania, sequestrata la fattoria clandestina di via Fiorentino

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu
maiali.jpg

Cani, asini, galline ed anche maiali. C'era di tutto e di più nella “fattoria clandestina” ricavata nel giardino di una villletta abbandonata in via Fiorentino, a Catania, a pochi passi dal polo didattico del dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Catania e dal centro storico del capoluogo etneo.

La vicenda era venuta allo scoperto nei giorni scorsi grazie ad alcuni video e foto pubblicati su Facebook e Twitter da alcuni residenti della zona che ritraevano un paio di suini di grossa taglia mentre rovistavano in mezzo ai cassonetti. Gli animali erano stati immortalati anche davanti all'ingresso dell’ospedale Vittorio Emanuele.

Le immagini, divenute virali nel giro di poche ore e commentate in maniera ironica da migliaia di internauti, celavano tuttavia una spaventosa realtà di degrado e abiezione. Le numerose denunce presentate alle autorità hanno infatti portato alla luce l'esistenza di una vera e propria “fattoria clandestina” allestita tra le rovine di un vecchio immobile.

Di fattoria, a dire il vero, c'era ben poco. Calcinacci, sedie rotte, sanitari divelti e totale assenza d'igiene le caratteristiche di questo ranch improvvisato. A gestire gli animali ci pensava Marco, un 26enne metà danese metà siciliano che nei mesi scorsi aveva deciso di ricavarsi un angolo tutto per sé in mezzo ai palazzi della Catania popolare.

I suini immortalati a girovagare tra le vie cittadine sarebbero scappati proprio al controllo del giovane clochard. Nel pomeriggio di mercoledì 16 marzo i Vigili Urbani, la Polizia di Stato e l'Asp Veterinaria hanno provveduto allo sgombero del fatiscente immobile di via Fiorentino.

Secondo le forze dell'ordine i proprietari delle bestie sarebbero in totale due clochard italiani e uno rumeno, immediatamente denunciati per ricettazione. Le indagini dell'Asp Veterinaria accerteranno se sussiste anche il reato di maltrattamento. Gli animali sequestrati sono stati condotti in strutture adeguate e nei prossimi giorni saranno affidati ad alcune fattorie della provincia di Catania. L'ingresso della villa sarà invece murato.

Fonte Foto: www.lasiciliaweb.it

http://galleria.lasiciliaweb.it/15032016porci/002.jpg

Salvatore Rocca

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.