30-04-2017 16:51

OGGIMEDIA.IT

News, curiosità e tendenze sul web

Sei su: Cronaca Sardegna:"Terra di mattanza?"

Sardegna:"Terra di mattanza?"

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu
image.jpg
L'ultimo caso risale a ieri. Un cavallo trovato morto e abbandonato, dopo che coloro i quali hanno compiuto il gesto si sono accertatiche che il chip identificativo venisse rimosso, con una barbarie inaudita. Ma è solo uno dei tanti. Tutto questo avviene in Sardegna.
I tristi ritrovamenti delle ultime settimane, che hanno interessato in particolare la zona nord, nord-est della regione, figurano numerosi tra i bollettini delle forze dell'ordine e nelle coscienze di chi assiste a quella che può essere definita una vera e propria mattanza.

Alcuni degli animali lasciati alla loro sorte vengono salvati in tempo, ma per la maggior parte non c'è più nulla da fare; ma questa è solo una delle mille facce della questione, se si considera che molti di essi vengono destinati al macello gestito clandestinamente dopo una probabile vita fatta di gare.

Uno dei punti focali sta proprio nelle gare: se molti dei proprietari avevano acquistato i loro cavalli per la competizione e, magari, anche lo sfoggio, la crisi li ha messi di fronte all'amara realtà del costo elevato per il mantenimento di un animale tanto oneroso.

Tuttavia ciò che viene ritrovato nelle campagne sarde negli ultimi giorni sembra prescindere le mere difficoltà economiche. I maltrattamenti, le sevizie, l'uccisione di questi animali fanno spesso parte di un quadro più generale di arretratezza, mentale e culturale, che porta a vedere i cavalli come "oggetti" di cui disfarsi una volta finita la loro "utilità" materiale.

Potrebbe sembrare che la questione finisca qui; in realtà sono centinaia le segnalazioni del ritrovamento di gatti e cani, anche al guinzaglio e al seguito dei loro ignari padroni, uccisi da polpette avvelenate contenenti stricnina (un potente veleno) o pezzetti di vetro.

Si assiste ad avvenimenti come questi, si potrebbe obiettare, un po' dappertutto; ma un numero così elevato di macabri ritrovamenti, tutti all'interno di una sola regione, non può che preoccupare: come si può arrivare ad un accanimento simile su questi animali?

Fonte foto: lanuovasardegna.gelocal.it

 http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2011/02/20/news/fonni-tre-cavalli-uccisi-a-fucilate-1.3366406

Rossana Francesca Barbagallo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.