27-05-2017 21:17

OGGIMEDIA.IT

News, curiosità e tendenze sul web

Sei su: Eventi e Spettacoli Quando l'Aperitivo diventa Cultura

Quando l'Aperitivo diventa Cultura

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu
14958602_10210805262868333_1475273492_n.jpg

Catania, la Milano del sud, pullula di localini, pub e wine bar. L'aperitivo è ormai un rituale immancabile per i catanesi. E se sorseggiando un calice di vino poteste finanche ammirare i luoghi storici di Catania? Gusto e Cultura, infatti, è divenuto il connubio perfetto promosso dalla Cappella Bonajuto con "Aperitivo ad Arte".

In una location storica e suggestiva come la Cappella Bonajuto, Oggimedia ha incontrato Giusi Ruggeri, l'organizzatrice dell'evento Aperitivo ad Arte e Marco Timpanaro, gestore della Cappella Bonajuto.

Com'è nata l'idea dell'Aperitivo ad Arte e come si articola l'evento?

«L'idea è nata l'anno scorso per avvicinare il catanese al mondo dell'Arte e alla nostra Storia. Partendo proprio dalla Cappella Bonajuto, un sito storico ancora sconosciuto da molti catanesi, per poi interagire con altri monumenti che solitamente non sono visitabili ogni giorno. L'evento è diviso in due parti: la prima rigurda la visita guidata all'interno di un luogo storico; la seconda dedicata ad un ricco aperitivo all'interno della Cappella Bonajuto».

Quanti "Aperitivi ad Arte" sono stati organizzati fino ad ora?

«Sono stati organizzati 8 Aperitivi ad Arte in meno di un anno, l'ultimo si è svolto a Novembre. L'intento è quello di farne uno al mese, tralasciando i mesi estivi».

Quali sono stati i luoghi d'interesse dell'evento?

«Abbiamo organizzato delle visite guidate all'interno della Cappella e del Palazzo Bonajuto, mostrando una scala del 1400 solitamente non visitabile e la scala del Vaccarini; due al Palazzo Biscari insieme a Ruggero Moncada; due alle Terme Achilliane e parte delle terrazze del Museo Diocesano di Catania; un tour a piedi della Civita in occasione di una manifestazione di Giugno con l'Associazione Talia; infine la visita di una parte inedita del Palazzo Biscari in collaborazione con il Circolo Unione di Catania».

C'è stato un incremento di adesioni all'evento?

«Assolutamente sì, durante gli ultimi Aperitivi ad Arte abbiamo dovuto rifiutare circa 300 prenotazioni per evento. L'ultimo Aperitivo ad Arte è stato il più affollato in assoluto».

Qual è il costo e cosa offre il vostro Aperitivo ad Arte?

«Il costo è di €10 a persona e comprende la visita guidata dei siti archeologici che normalmente sono a pagamento e un drink accompagnato da un ricco buffet che è un'aperi-cena a tutti gli effetti».

Quale tipo di gente si incontra all'Aperitivo ad Arte?

«All'Aperitivo ad Arte si può incontrare qualsiasi tipo di gente, dai più giovani ai meno giovani, ma soprattutto la "Catania bene". L'idea principale è di rendere l'evento fruibile a quanti più possibile, ecco perchè il costo irrisorio di partecipazione è di soli €10».

Quando sarà il prossimo evento e quale sarà l'itinerario previsto?

«Il prossimo evento probabilmente si terrà il prossimo 6 Gennaio e il luogo visitabile potrebbe essere Palazzo Manganelli».

Ringraziamo per la loro disponiblità Giusi Ruggeri e Marco Timpanaro.

Fonte foto: Giusi Ruggeri

Martina Consoli

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.