28-05-2017 22:30

OGGIMEDIA.IT

News, curiosità e tendenze sul web

Sei su: Lo spicoterapeuta risponde Depressione, impotenza e mancata eiaculazione.

Depressione, impotenza e mancata eiaculazione.

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu

Gentilissima dott.ssa Freni,
le scrivo per cercare di risolvere una situazione che comincia a pesarmi molto, anche sotto l'aspetto psicologico-affettivo. 20 anni fa ebbi una forte depressione con attacchi di panico praticamente continui nell'arco di tutta la giornata.
Dopo vari tentativi di cura con psicofarmaci e trattamento psicologico riuscii a trovare un equilibrio più che decente che mi permise di condurre una vita normale. Un anno e mezzo fa la situazione peggiorò un pò con una malattia al pene "induratio penis plastica " che mi incurvò lo stesso. Però, comunque, con l'aiuto del Cialis riuscivo ad avere erezione ed eiaculazione (seppure ritardata). Da quando il Nortimil ha cessato la produzione in Italia, sono andato dal mio specialista psichiatra il quale mi ha prescritto Anafranil 10mg 2al die.

Per circa 1 mese o poco meno le cose sono andate abbastanza bene ..ma poi ho smesso di avere l'eiaculazione. Sono oltre 5 mesi che non raggiungo più l'orgasmo. Visto che la sola variazione intervenuta nella mia vita è la sospensione del Nortimil, credo, e anzi sono sicuro, che si tratti di questo cambiamento. Ho già fatto una visita dal mio andrologo di fiducia e mi ha detto che non esistono farmaci per indurre il riflesso eiaculatorio , quindi sono praticamente disperato ..

Ho 52 anni, non vorrei chiudere la mia vita sessuale adesso ..anche perchè il problema si sta radicando anche a livello psicologico e come ben saprà, diventerà sempre più difficile risolverlo se succede questo. La ringrazio se mi vorrà dare un consiglio per salvare la mia vita sessuale.


Gentile Signore, gli antidepressivi triciclici che lei ha utilizzato e sta ancora assumendo non costituiscono più una prescrizione di prima scelta, pur con la loro efficacia clinica, a causa degli effetti collaterali possibili, soprattutto cardiovascolari, per cui alcuni come il Nortimil non sono più prodotti in Italia, come le hanno già indicato i suoi medici di fiducia. La terapia farmacologica antidepressiva è affidata attualmente a farmaci di seconda e terza generazione, efficaci sul piano clinico e più maneggevoli. La terapia che lei pratica attualmente mi sembra appropriata per il trattamento della depressione. Per quanto riguarda la disfunzione sessuale che lei descrive le consiglierei di valutare bene insieme al suo andrologo se e quanto la causa organica possa incidere con il tempo, visto che la diagnosi risale a un anno e mezzo fa, sulla qualità della funzione sessuale. Le consiglierei comunque un approfondimento psicologico della questione, in quanto non è da escludere che la componente organica, per quanto presente, possa essere amplificata da un'ansia da prestazione crescente che rischia di compromettere la performance sessuale a livello psichico oltre che fisico.

Cordiali saluti

Laura Freni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.