Sei su: Scienza, Salute e benessere Scienza, Salute e Benessere Epigallocatechina gallato: composto organico delle meraviglie

Epigallocatechina gallato: composto organico delle meraviglie

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu
te-verde.jpg

Il Te verde non finsce di stupire e di offrire alla scienza spunti di riflessione come accaduto, di recente, con un composto organico dai potenziali effetti benefici per la cura di patologie gravi come l'amilaidosi e i mielomi multipli: epigallocatechina gallato

Pubblicato sul Journal of Biological Chemistry, lo studio americano della Washington University di Saint Louis accenderebbe i riflettori su un composto organico dal nome vagamente esotico per i non adetti ai lavori; una sostanza delle meraviglie, abbastanza comune in natura, almeno tra i vegetali: l'epigallocatechina 3- gallato.

Questa sostanza classificata dal punto di vista chimico organico come un polifenolo, sostanze con proprietà antibatteriche e antiossidanti, avrebbe un ruolo nel contrastare nei pazienti, affetti da mielomi multipli e amiloidosi, la formazione di agglomerati di catene leggere anticorpali.

Il medesimo risultato sarebbe stato osservato nel corso di studi paralleli su pazienti affetti da morbo di Parkinson e sindrome di Alzheimer, laddove nello specifico l'epigallocatechina gallato interferirebbe con i processi patologici di accumulo di proteine.

Gli esperimenti, condotti su cellule prelevati dal midollo osseo di pazienti con neoplasie ematiche, confermano il ruolo dell'epigallocatechina gallato come molecola in grado di rallentare processi di formazione di aggregati nocivi di proteine responsabili del meccanismo di azione del sistema immunitario.

Il te verde, da cui la sostanza epigallocatechina gallato sarebbe stata estratta, si conferma un alimento benefico nell'alimentazione umana come fattore di protezione, di prevenzione dall'insorgenza di determinate patologie, ovviamente nella misura in cui la sua assunzione non rappresenta il tagliando per una longevità scevra da complicanze morbose, ma "conviene"

Fonte foto: www.viversano.net/wp-content/uploads/004/04/te-verde.jpg

www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/te-verde-proprieta-utilizzo-controindicazioni/

Francesco Trovato

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.