Sei su: Turismo Turismo Botticelle romane: è la fine?

Botticelle romane: è la fine?

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu

Potrebbero presto essere tolte dalla circolazione

Continuano a rincorrersi i pareri discordanti sulla sorti delle famose "botticelle", le tipiche carrozze trainante dai cavalli e caratteristiche della capitale romana. Il ministro del turismo Brambilla si è espressa assolutamente a sfavore della cosa, alleandosi con le associazioni contro lo sfruttamento degli animali. E' infatti opinione comune sia di oltre 5.000 cittadini che di molti politici, che le botticelle rappresentino ormai solamente motivo di sfruttamento animale ed illegalità pura.

Tra l'altro, qualora le botticelle venissero abolite, i cavalli fino ad ora utilizzati per il traino, potrebbero essere tradotti in strutture adatte alla riabilitazione di bambini autistici o con problemi di comunicazione, ed utilizzati per l'ippoterapia, ovvero una terapia che attraverso l'interazione tra cavalli e persone, apporta benefici alla comunicazione e alla psiche di persone mentalmente disturbate. Ma se da una parte c'è chi si schiera a favore degli animali, dall'altra parte c'è chi alle amate botticelle, proprio non vuole rinunciare, perché le considera l'emblema della capitale e una presenza bella e folcloristica del loco. Il capogruppo del Pdl di Roma Luca Gramazio, per esempio, ha dichiarato che sono state stabilite regole molto precise riguardanti il benessere degli animali e per tutelare anche i turisti spesso derubati dei loro soldi per un semplice giro per Roma. Come dimenticare, infatti, il servizio realizzato qualche settimana fa dal Tg satirico di "striscia la notizia", nel quale si denunciava le particolari tariffe effettuate dagli autisti delle carrozze, che arrivavano a chiedere per un giro di Roma, cifre esorbitanti ai turisti stranieri e cifre molto più abbordabili per i capitolini. Il futuro di questo "folclore capitolino" a 4 ruote e trainato da 4 zampe, è appeso ad un filo. Il futuro dei cavalli, forse, è appeso alla speranza di una vita migliore. Staremo a vedere...

Fonte immagine: www.blog.libero.it

Roberta Tomaselli

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.