Sei su: Usi e costumi

«Sfida accettata», una foto sui social network per sfidare il cancro: ma serve davvero?

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu

social network.jpgNell'era dei social network basta davvero poco per far diventare un gesto virale. Sarà certamente capitato a molti di voi, in questi giorni, di vedere comparire come funghi sulle bacheche dei vostri amici di Facebook, Instagram e Twitter dei post “misteriosi” che informano chi legge di una «sfida accettata» accompagnata da una vecchia foto che ritrae l'utente in uno scatto fotografico del passato.

Leggi tutto...

Starbucks apre in Italia: dal 2018 i primi punti vendita

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu

starbucks bicchiere.jpgStarbucks, la famosa catena statunitense di caffetterie, si appresta a fare il grande salto anche in Italia.

Leggi tutto...

Le serie tv e i film on demand stanno cambiando il nostro modo di concepire la televisione

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu

servizi on demand.jpgCon l’avvento di internet e il progredire della tecnologia sono emersi nel corso degli anni una moltitudine di nuovi servizi che, una volta messi a disposizione degli utenti, hanno rivoluzionato interi mercati. Conoscete l'espressione "serie tv on demand"? Avete presente la televisone? Lentamente, ma costantemente, il nostro approccio con questo strumento sta cambiando notevolmente.

Leggi tutto...

Arrivano i saldi invernali: consigli per un buon acquisto

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu

image1.JPGArrivati quasi al culmine delle festività, come ogni anno che si rispetti, il 2017 non può che aprirsi con i tanto attesi saldi.

Leggi tutto...

Non ci sono più i 30 anni di una volta

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu
20161219_190226.jpg

Qualcuno crede che i 30 anni siano un punto di partenza, chi un punto d’arrivo, chi l’età giusta per un figlio e chi quella per ubriacarsi fino a dimenticare “Chi ha scoperto l’America!” È innegabile: Non ci sono più i 30 anni di una volta…

Leggi tutto...

Catania, Il Natale e i posteggiatori abusivi.

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu

centro.jpg La magia del Natale invade il Centro storico. Domenica Catania era un pullulare di luci, colori, odori e suoni. Vedere Via Etnea brulicante di gente, nell'epoca del boom dei centri commerciali, è sorprendente. Ma a rovinare tutto ci pensano loro: i posteggiatori abusivi!

Leggi tutto...

Scacciata: quanto costa al terrone fuori sede volare a casa per mangiarla?

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu
scacciata.jpg

Terrone fuori sede: quanto costa volare a casa per mangiare la scacciata?

 

C’è chi per la Vigilia prepara un gran cenone, magari, crisi permettendo, a base di pesce; c’è chi non può rinunciare ai tortellini in brodo; chi, come ogni anno, si lamenta per i canditi del panettone.

E poi ci sono i catanesi: quelli che la scacciata è d’obbligo. Ma quanto costa al terrone fuori sede tornare a casa e mangiare la scacciata per le feste?

 

La redazione di Oggimedia ha voluto dare voce ai tanti terroni fuori sede che quest’anno non potranno godersi la scacciata, la famiglia e la tombola per le feste natalizie.

Infatti le compagnie aeree, speculando sulle festività, hanno reso i biglietti inaccessibili a molti.

 

Le compagnie low cost, per questo Natale hanno perso il “low” e hanno mantenuto il “cost” e che “cost”! Mediamente un Milano-Catania non costa più di €100, mentre il 24 Dicembre tornare a casa costa tra i € 300 e i €400. E ancora un Torino- Catania si aggira sui €300; un Roma- Catania sui €200. A questi salatissimi prezzi bisogna aggiungere il costo del ritorno.

 

 

Insomma il terrone fuori sede che vorrà trascorrere le feste in famiglia dovrà sborsare mediamente € 500-600.

Queste cifre esorbitanti corrispondono ad un vero e proprio salasso tutto a vantaggio delle compagnie aeree. Un business scorretto che costringerà molti a rinunciare alla magia del Natale in famiglia,

 

Così per molti terroni fuori sede non resta che pensare a tutti quei natali in cui mangiare la scacciata fino a sentirsi male era la regola; ricevere dalla nonna l’ennesimo paio di mutande rosse era routine; prendere in giro lo zio che dormiva sul divano prima ancora che scoccasse la mezzanotte era esilarante; ridere della mamma che tirava fuori dal porta monete i soliti cimeli porta fortuna per vincere una tombola di €2,50 era comico; e urlare: «Cista! Cista!» fino alle 3 del mattino era una gran goduria.

C’è chi per la Vigilia prepara un gran cenone, magari, crisi permettendo, a base di pesce; c’è chi non può rinunciare ai tortellini in brodo; chi, come ogni anno, si lamenta per i canditi del panettone. E poi ci sono i catanesi: "quelli che" la scacciata è d’obbligo. Ma quanto costa al "terrone" fuori sede - nome anticamente utilizzato al nord Italia per denominare i cittadini provenienti dal Mezzogiorno - tornare a casa e mangiare la scacciata per le feste?

Leggi tutto...

Pagina 1 di 35

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito.