28-08-2014 11:07

OGGIMEDIA.IT

News, curiosità e tendenze sul web

Sei su: Usi e costumi "Te lo regalo se vieni a prenderlo": la seconda vita degli oggetti

"Te lo regalo se vieni a prenderlo": la seconda vita degli oggetti

E-mail Stampa PDF
FacebookGoogle bookmarkTwitterLinkter.huDiggUrlGuru.hu
te lo regalo.jpg

“Evolversi vuol dire utilizzare al meglio le risorse, tutti possono essere una risorsa per gli altri”.

 

E' questa l'intestazione di “Te lo regalo se vieni a prenderlo”, il gruppo creato su facebook che vede 63.000 membri di diverse regioni italiane e 2.600 iscritti.

 

Te lo regalo se vieni a prenderlo” è una nuova iniziativa ambientale partita dal Ticino grazie all'idea di Salvatore Benvenuto, allo scopo di diminuire l'inquinamento favorendo lo sviluppo ambientale, sociale ed economico.

Si tratta una rete sociale che permette di dare una seconda vita agli oggetti ancora funzionanti, destinati il più delle volte all'accumulo nelle discariche pur essendo in buone condizioni.

Un'idea ingegnosa e al tempo stesso innovativa.

Sulla bacheca del gruppo vengono postati annunci, seguendo lo schema del “regalo/offro/cerco” accompagnati da foto, descrizioni, zone e città dove è possibile andarli a prendere.

Non è previsto, infatti, un centro atto alla raccolta degli oggetti da re-utilizzare. I membri interessati all'offerta, concordano poi per andare a ritirare l'oggetto a domicilio.

Ci sono membri alla ricerca di cassettiere, TV, reti, materassi, scrivanie, auto, bambole, fumetti, bici, armadi; altri membri offrono libri, passeggini, culle, vestiti, dvd, borse, tazze, giornaletti di Topolino.

Per far parte del gruppo è necessario accettare gli accordi stabiliti dal fondatore, come la veridicità del profilo facebook dell'utente, o la non ammissione di profili relativi ad associazioni, enti, commercianti e attività professionali. Inoltre, l'iniziativa è indirizzata all'offerta o alla ricerca di oggetti, non possono essere regalati animali.

Te lo regalo se vieni a prenderlo” non è solo un progetto ecologico, Salvatore Benvenuto, il fondatore, attraverso la sua idea spera di dar vita anche ad un modo alternativo di comunicare, poiché regalare, donare, interagire ed incontrare gli altri aiuta ad essere meno egoisti e pensare al prossimo.

Sembrerebbe che la società, in un momento di crisi economica, si stia proiettando in un sistema di solidale baratto?

Fonte foto:www.bibigas.it

http://www.bibigas.it/wp-content/uploads/2010/12/baratto.png